Recondite Armonie 2019

INFO E PRENOTAZIONI
Amici della Musica, 335.5299411 – 393.6899470
PRENOTAZIONI POSTO A SEDERE non numerato piemonteticket.it
PUNTI VENDITA
Info: 011.5611262
Box Office c/o La Feltrinelli Libri e Musica
Torino, Piazza CLN 251

INCONTRI
Recondite Armonie come ormai da tradizione aprirà i battenti con la rassegna di musica organistica ORGANI VESPERA, che propone quest’anno ben nove date con interpreti molto significativi: da Jean-Paul Imbert professore presso la Schola Cantorum a Parigi, all’Ensemble “Girolamo Frescobaldi”, fondato nel 1975, forte di un vasto repertorio e di nutrita discografia. Personalità di spicco è anche quella di Silvano Frontalini, ritornato all’organo dopo una carriera di direttore d’orchestra in duo con la soprano Natalia Margarit, carriera internazionale con partner di lusso come Josè Carreras e Renato Bruson. Alla generazione dei trentenni in carriera appartiene Stefano Marino, classe 1988, dal 2013 organista presso la Cattedrale metropolitana di Torino, mentre i due appuntamenti di agosto si affidano l’uno all’esperienza del belga Eric Hallein, laureato alla Fondazione Horlait-Daspens, l’altro a Paolo Bougeat in duo con il Direttore artistico del cartellone. Ancora come d’abitudine, due capitoli affrontano la musica afroamericana: JAZZ AND WINE alla Cantina Conterno e Fantino di Monforte d’Alba il 29 giugno, con il Maurizio Di Fulvio Trio, voce chitarra e contrabbasso e poi la piccola ma grande rassegna di musica BLUES presso il Museo ferroviario di Savigliano, diventata ormai un appuntamento Abituale, MY TRAIN COMIN’… BLUES FEST, con Lorenzo Favero e Andrea Scagliarini (giovedì 4), quindi (venerdì 5) il gruppo JIMMY & THE REBELS con Jimmy Ragazzoni chitarra, armonica e voce, Marco Rovino chitarra, mandolino e voce Rino Garzia basso, Luca Bartolini chitarra e voce. Jimmy Ragazzoni è un personaggio “noto” nel panorama musicale italiano, membro fondatore e band leader dei Mandolin’ Brothers con i quali ha all’attivo, dal 1979, cinque album e una infinita serie di concerti in Italia, Europa e USA. Torna al passato la rassegna ANTIQUA, con ben sette concerti, alcuni ospitati nelle prestigiose residenze reali: Castello Reale di Racconigi, Castello di Monasterolo e Palazzo Taffini. Ad aprire il calendario, mercoledì 17 luglio, sarà l’ENSEMBLE HORTENSIA VIRTUOSA, gruppo di produzione dell’Associazione Sentieri Armonici, nell’interpretazione del grande capolavoro bachiamo della Musikalisches Opfer BWV 1079 con Ubaldo Rosso al flauto, Giovanni Rota violino, Luca Alfonso Rizzello violino e viola, Rebecca Ferri violoncello Gilberto Scordari al clavicembalo. Venerdì 13 settembre sarà la volta del Trio “LA SUAVE MELODIA, Arabeschi sonori nell’Italia barocca”, con Ubaldo Rosso flauto, Maurizio Piantelli liuto e Elena Zegna voce recitante; Al Castello Reale di Racconigi, domenica 22 settembre, “Musica in Italia al tempo di Leonardo (1452-1519)” concerto “narrante” con Elena Bertuzzi soprano e Ugo Nastrucci liuto, mentre Domenica 29 settembre l’ENSEMBLE FESTA RUSTICA ritorna al Settecento europeo tra Italia e Germania, con Giorgio Matteoli flauto dolce e M° di concerto, Fabio D’Onofrio oboe barocco, Luca Ambrosio clavicembalo. Il 5 ottobre nella chiesa di S. Agostino a Cherasco, il 5 ottobre, il Coro Polifonico Vox Armonica diretto da Sergio Daniele eseguirà un programma dedicato alla Madonna: “Ave Santissima Maria”. Punta di diamante della rassegna (6 ottobre) il COLLEGIUM PRO MUSICA diretto da Stefano BAGLIANO, tra le più accreditate formazione italiane del momento specializzata nel repertorio barocco, con all’attivo oltre venti registrazioni discografiche per etichette italiane e straniere e concerti in tutto il mondo. Si chiuderà domenica 27 ottobre a Savigliano con l’ENSEMBLE Z.E.B.O. composto da Elena Zegna attrice, Patrizia Durando soprano, Giorgio Leonida Tosi viella/voce, Massimo Lombardi arciliuto, solisti della Zero Emission Baroque Orchestra in un tragitto che assembla musica letteratura e teatro nel nome di “Griselda” celebre personaggio dell’omonima novella del Boccaccio. Ultimo evento non come temporalità l’opera in piazza a Bra con la presenza di grandi interpreti, giovedì 1 agosto per la realizzazione dell’opera MADAMA BUTTERFLY che vedrà impegnata l’Orchestra Filarmonica del Piemonte diretta da Aldo Salvagno.

ORGANI VESPERA
I concerti, preceduti da una breve lettura meditativa, hanno la partnership dell’attuale ditta organaria Vegezzi Bossi – Brondino, con i quali si propone la valorizzazione delle squisitezze foniche degli strumenti, storici e moderni sul nostro territorio, realizzati dalla dinastia Vittino- Vegezzi-Bossi di Centallo (CN), in 450 anni di esperienza liutaria.


Venerdì 7 giugno CUNEO Ore 21.00
Chiesa del Sacro Cuore Organo Carlo Vegezzi 1897
JEAN-PAUL IMBERT

Un’artista francese del calibro di Jaen Paul Imbert, titolare di importanti organi parigini, professore alla Schola Cantorum della capitale d’oltralpe, non può che essere ideale interprete delle pagine organistiche ereditate dalla scuola francese romantica e moderna, capace di lasciare il segno nell’arte delle combinazioni timbriche, incentivata dalla presenza di strumenti celebri e celebrati proprio per le coloristiche qualità foniche.
Cui può rispondere con appropriatezza anche il tardo ottocentesco cuneese Vegezzi, sicuramente ispirato nella costruzione dalla stessa matrice romantica.


Venerdì 28 giugno CHERASCO Ore 21.00
Chiesa di San Pietro Organo Carlo Vegezzi 1893
MARIO CALDONAZZI tromba – FABIO MATTIVI trombone
ANTONIO CAMPONOGARA organo

Strumenti nati per la guerra, gli ottoni rappresentano il potere sin dall’alba romana della storia d’occidente. Di lì in poi non mancano mai di presenziare, con i loro timbri squillanti, in tutte le occasioni celebrative, laiche o religiose, chè altrettanto a lungo si confondono le due chiavi della supremazia temporale e spirituale. Dal settecentesco Messiah di Haendel alla Marcia trionfale di Karg-Elert affacciata sul Novecento, l’Ensemble Frescobaldi, forte di più d’otto lustri di convivenza musicale, riassume il
repertorio per ottoni ed organo, non dimenticando di omaggiare l’organo Vegezzi di Cherasco con brani del tardo-romanticismo italiano e francese.


Domenica 21 luglio LIMONE PIEMONTE Ore 21.00
Chiesa di S. Pietro in Vincoli organo Francesco Vittino 1888
SILVANO FRONTALINI organo

E dopo l’indigestione di opera, l’organo italiano dell’Ottocento accolse il bagno di severità proveniente dal nord tedesco, affiliando i suoi talenti creativi al cecilianesimo. L’omaggio a Luigi Bottazzo, organista e didatta padovano scomparso nel 1924, esplora momenti di una copiosa ed
esteticamente significativa produzione, intesa a valorizzare la componente più spirituale della musica liturgica. Un percorso in due tappe offerto dalla voce di una soprano laureata dal pubblico di Torre del Lago e da un organista particolarmente sensibile al mondo teatrale per le sue
frequentazioni dell’orchestra in veste di direttore.


Mercoledì 24 luglio SALUZZO Ore 21.00
Confraternita della Croce Nera organo Collino 1841
Giovedì 25 luglio SAVIGLIANO Ore 21.00
Chiesa di Sant’Andrea organo Francesco Vittino 1888
SILVANO FROnTALInI organo
NATALIA MARGARIT soprano

Raccontano le cronache ottocentesche che in occasione di una liturgia alla Chiesa dell’Inviolata in Riva del Garda, si cantarono le arie del verdiano “Un ballo in maschera” con la semplice accortezza di trasformarne il testo usando il latino. Riproporre oggi le trascrizioni organistiche di quel repertorio melodrammatico significa accostare un capitolo di storia e costume musicali tipicamente italiani.


Sabato 3 agosto ACCEGLIO Ore 21.00
Chiesa Parrocchiale organo Francesco Vittino 1895
STEFANO MARINO organo

Figura di musicista a tutto tondo, concertista e studioso, ricercatore e organologo, il torinese Stefano Marino ha titoli “cruscanti” per rappresentare degnamente le generazioni più giovani della scuola organistica italiana, esibendone la ricchezza tecnica ed espressiva in un programma antologico tra le brillanti forme concertanti barocche tedesche e francese ed una puntata allo stile orchestrale italiano di secondo Ottocento.


Giovedì 8 agosto PIETRAPORZIO Ore 21.00
Chiesa Parrocchiale organo Carlo Vittino 1839
Venerdì 9 agosto ENTRACQUE Ore 21.00
Chiesa di S. Antonino organo Giacomo Bossi Vegezzi 1868
ERIC hALLEIN organo


Classe 1958, l’organista belga Eric Hallein vanta l’esperienza di un riconosciuto maestro nell’arte dell’interpretazione organistica, particolarmente nel territorio di quel repertorio antico frequentato sin dagli esordi della sua carriera internazionale con lo scrupolo filologico
dello studio sugli strumenti storici. Ne segue la possibilità di apprezzarne gli esiti in un programma che considera autori barocchi, dai più ai meno conosciuti, di quell’area fiamminga così preziosa per la storia musicale, di cui Hellein raccoglie l’illustre eredità.


Sabato 10 agosto ACCEGLIO Ore 21.00
Chiesa Parrocchiale organo Francesco Vittino 1895
PAOLO BOUGEAT organo
UBALDO ROSSO flauto


Con un programma che valorizza le qualità foniche dell’organo mettendone in luce i registri coloristici ma nello stesso tempo consente di apprezzarne la dimensione cameristica grazie alla presenza del flauto, l’organista aostano Paolo Bougeat collabora con l’esperienza specialistica di Ubaldo Rosso nel sonatismo barocco. Il privilegio concesso a Bach e famiglia considera il brillante stile italiano nella sonata ed il massimo impegno virtuosistico e contrappuntistico del grande prete rosso.


JAZZ AND WINE
Sabato 29 giugno MONFORTE D’ALBA Ore 21.30

Cantina Conterno e Fantino
MAURIZIO DI FULVIO TRIO
Maurizio Di Fulvio chitarra Alessia Martegiani voce Ivano Sabatini contrabbasso


“Versatile ed eclettico, dal temperamento caldo e spontaneo, abile improvvisatore e raffinato arrangiatore”, Maurizio di Fulvo è l’anima di un trio spumeggiante, capace di tracciare sottili sinergie tra mondi geograficamente separati dal distanze oceaniche quanto avvicinabili per lo stesso passionale temperamento mediterraneo, per melodie e ritmi carichi di sentimento e danzante fisicità, attrattivi pure per quel D’Annunzio che, per scherzo, scrisse il testo di A’ vucchella, immortalato in note
dal Tosti, primo mago della romanza da salotto italiana.


BLUES – My train comin’… blues fest
Giovedì 4 luglio SAVIGLIANO Ore 21.00

Museo Ferroviario
AcOUSTIc PROJEcT
Lorenzo Favero chitarra acusticaAndrea Scagliarini armonica e voce


Nuovo progetto unplugged che spazia nei vari generi (swing, blues, jazz, country, pop) in cui l’armonica di chiara matrice Blues e la chitarra Finger Style si incontrano per ricreare dal vivo un tessuto sonoro essenziale ma accattivante. Lorenzo Favero vi esibisce l’esuberante tecnica della sua chitarra Fingerstyle, premiata in concorsi, dischi e concerti, Andrea Scagliarini l’esperienza ormai trentennale nel panorama del blues italiano.


Venerdì 5 luglio SAVIGLIANO Ore 21.00
Museo Ferroviario
JIMMY & ThE REBELS
Jimmy Ragazzon chitarra, armonica, voce – Marco Rovino chitarra, mandolino, voce – Rino Garzia basso – Paolo Ercoli dobro -Luca Bartolini chitarra, voce


Musicista, dj, pubblicista, aiuto bibliotecario e lettore compulsivo, Jimmy Ragazzon è personaggio assai noto nel mondo musicale italiano. Amante dell’Asia, dei viaggi in genere e totalmente “Dylaniato” da Mr. Robert Zimmerman, ha tratto dal Poeta tantissime influenze, sia nello stile espressivo che nella scrittura dei propri brani. Nel concerto lo stile del suo primo album solista, “SongBag”, completamente acustico, con sonorità essenziali ed in primo piano il suono del legno degli strumenti e le
atmosfere vocali.

OPERA
Mercoledì 1 agosto BRA Ore 21.15

Piazza Caduti per la Libertà
MADAMA BUTTERFLY di Giacomo Puccini
coro Lirico Enzo Sordello Maestro del coro Nina Monaco
Orchestra Filarmonica del Piemonte Direttore Aldo Salvagno
Regia Marco Da Perno


Prosegue la consolidata collaborazione con Orchestra Filarmonica e Coro Lirico del Piemonte per la guida dal podio di Aldo Salvagno indirizzata al tradizionale appuntamento con l’opera in piazza. Il titolo, tra i più amati e frequentati del grande repertorio nostrano, mette in scena l’esotica e struggente vicenda di Cio-Cio-San, tragica vittima di un amore sbagliato, per le note mai così commoventi del genio pucciniano.


ANTIQUA
Mercoledì 17 luglio SALUZZO Ore 21.00

Croce Nera
ENSEMBLE HORTENSIA VIRTUOSA
Ubaldo Rosso flauto – Giovanni Rota violino – Luca Alfonso Rizzello violino e viola – Rebeca Ferri violoncello – Gilberto Scordari clavicembalo


L’intenzione di Hortensia Virtuosa (dal titolo omonimo dell’opera di Marco
Uccellini pubblicata nel 1645) di far rivivere il repertorio cameristico barocco seguendo le prassi “virtuose” della moderna filologia, accosta stavolta il Bach “gigantesco” dell’Offerta musicale, autentica summa di arte polifonica esercitata a partire da un motivo presentato al compositore da Federico II, sfidandone il talento contrappuntistico. Un “gioco di corte” che produsse l’opera, oggi universalmente considerata uno dei vertici più alti mai raggiunti nella storia della musica.


Venerdì 13 settembre MONASTEROLO Ore 21.00
Castello
TRIO “LA SUAVE MELODIA”
Ubaldo Rosso flauto – Maurizio Piantelli liuto – Elena Zegna voce recitante


Unite da uno stesso parto in Parnaso, come affermava il rinascimentale compositore Luzzaschi, poesia e musica sono sin dalle più remote origini del tempo umano, sorelle “dilettissime”. E tanto più nella versificazione del Marino così luminosa d’effetti musicali, tale da rendere ideale un reading che vi accosti le sonorità raffinate del sonatismo barocco, esposte da due strumenti “ariosi” come flauto e liuto, memori dell’intimo colto conversare nelle stanze cariche d’arte delle dame di corte.


Domenica 22 settembre RACCONIGI Ore 16.00
Castello Reale
“MUSIcA In ITALIA AL TEMPO DI LEOnARDO (1452-1519)”
Elena Bertuzzi soprano – Ugo nastrucci liuto


Forse è solo una leggenda metropolitana, ma vi si racconta che l’enigmatico sorriso della Gioconda sia l’autoritratto dell’effetto prodotto dalla musica ascoltata da Leonardo nella sua bottega d’artista. Come non lasciarsi quindi suggestionare dal ritorno di quelle voci e quegli strumenti che intonano agili villanesche ed eleganti madrigali, immaginando il vivo genio al lavoro, nel mentre se ne ricordano i 500 anni dalla scomparsa.


Domenica 29 settembre RACCONIGI Ore 16.00
Castello Reale
FESTA RUSTIcA
Giorgio Matteoli flauto dolce e M° di concerto – Fabio D’Onofrio oboe barocco – Luca Ambrosio clavicembalo – Matteo Scarpelli violoncello barocco


“Il Barocco Musicale Europeo: Italia e Germania a confronto”
Un viaggio nel mondo della triosonata settecentesca per strumenti a fiato come oboe e flauto non poteva che considerare il debito dei compositori tedeschi (Haendel e Telemann) verso lo stile italiano del Vivaldi e del Geminiani, di cui emulare la cantabilità dei movimenti lenti, salvo poi rivendicare, nell’elaborazione imitativa degli energici allegri, una personalità squisitamente nordica.


Sabato 5 ottobre CHERASCO Ore 21.00
Sant’Agostino
CORO POLIFONICO VOX ARMONICA Sergio Daniele Direttore


“Ave Santissima Maria”.
Nato nel 2002 con l’intenzione di diffondere la musica corale soprattutto nel mondo giovanile, Il coro polifonico “Vox Armonica”, sotto la direzione del Maestro Sergio Daniele, è cresciuto in fretta, coltivando entusiasmo e competenze. Nonostante i suoi componenti fossero tutti alle prime esperienze con la musica vocale, non sono mancate le soddisfazioni di
esibizioni in tutta Italia, nonché all’estero. Per l’occasione la compagine presenta un programma di ispirazione mariana, confermando con brani di variegata provenienza storicogeografica (dal Rinascimento di Arcadelt o Aichinger sino all’età moderna di Rips) la propria duttilità vocale nonché le intenzioni culturali del progetto di partenza, che trova nel canto un momento importante di crescita individuale e collettiva.


Domenica 6 ottobre RACCONIGI Ore 21.00
Castello Reale
COLLEGIUM PRO MUSICA
Stefano Bagliano direttore e flauto dolce – Ubaldo Rosso traverso
Lorenzo cavasanti flauti diritti e traversi – Alberto Pisani violoncello
Massimiliano Faraci clavicembalo


“G.P. Telemann: Barock Tafelmusik”
Attestata sin dai tempi degli Egizi e dei Romani, la pratica della Musica da tavola, ossia di allietare il banchetto con danza, suoni e canti, si trasforma in un vero e proprio genere nei secoli XVII e XVIII in area francese e tedesca, che attinge dalla sonata e dalla suite un linguaggio strumentale elaborato quanto elegante, mimesi dei modi raffinati del gentiluomo
settecentesco, mai, neppure a pranzo, dismissibili.


Domenica 27 ottobre SAVIGLIANO Ore 16.00
Palazzo Taffini
“LA GRISELDA” EnSEMBLE Z.E.B.O.
Elena Zegna attrice – Patrizia Durando soprano
Giorgio Leonida Tosi viella/voce – Massimo Lombardi liuto


V’era un tempo in cui letteratura e musica non si conoscevano alla stregua di discipline separate; né la fruizione del racconto o del romanzo avvenivano attraverso la lettura individuale. V’era chi narrava a voce alta e chi ascoltava accompagnando con la musica: lo afferma proprio il Boccaccio nel suo Decameron. “La Griselda” è una leggenda del marchesato ma ha anche i suoi sviluppi in altri paesi europei. Questa è diventata, in un certo periodo storico, il “modello” del matrimonio ideale. T. Giraudo ci introdurrà
nella rivisitazione storica; la psicoanalista Susana Morath (membro della Association Lacanienne International), concluderà l’evento relazionando sulla condizione femminile in rapporto al matrimonio.