Concerti nel Golfo – Autunno 2018

 

CONCERTI NEL GOLFO
Rassegna musicale nell’Arcipelago campano
AUTUNNO 2018

LUNEDÌ 15 OTTOBRE – Ore 18.30
Duo Pianistico
Orazio Maione e Marco Scolastra
Pianoforte a quattro mani
Un breve percorso nella letteratura per pianoforte a quattro mani: una limpida e brillante Sonata di Mozart; i Valzer di Brahms, che testimoniano l’amore dell’Autore per la danza; l’effervescente Sonata di Poulenc scritta alle fine della prima guerra mondiale, proprio cento anni fa; il raffinatissimo capolavoro per l’infanzia di Ravel. Ma mère l’oye è una suite di cinque pezzi – ispirati ai racconti di Perrault, Madame d’Aulnoy e Madame Leprince de Beaumont – scritta da Maurice Ravel per i piccoli figli degli amici Gobedski. L’infanzia evocata è quella serena, fantastica, fiabesca ma anche quella stretta dalle angosce puerili, spaventata, impotente. Orazio Maione e Marco Scolastra suonano insieme dal 2013. Sono stati ospiti di importanti associazioni italiane tra cui la Società Barattelli di L’Aquila. Hanno recentemente partecipato a “UmbriaLibri”, in occasione della presentazione del volume Novecento in musica di Fiamma Nicolodi.

VENERDÌ 19 OTTOBRE – Ore 18.30
Trio La Suave Melodia
Ubaldo Rosso flautoMaurizio Piantelli liuto
Elena Zegna voce recitante
“O che musica fanno gli occhi di Cristo con quelli di Maria mentre si mirano! O che armonia fanno gli occhi di Maria con quelli di Cristo mentre s’incontrano!” La musica è non solo tra i soggetti delle Dicerie Sacre, ma è protagonista di quella lingua poetica nuova, morbida e sensuale, inaugurata dal “re del secolo, il gran maestro della parola” – come lo definiva Francesco De Sanctis, Giovanni Battista Marino, interprete principale dell’estetica barocca. Il nuovo reading di Elena Zegna, con Ubaldo Rosso e Maurizio Piantelli, considera la poesia del napoletano, accostandovi le musiche di autori coevi o di poco più tardi. Così come doveva essere in un’epoca ancora incline a “leggere” i testi con il soave canto
della voce e con il suono raffinato di strumenti come il flauto e il liuto.